Come cambia il nostro corpo in Primavera? 7 consigli per una routine ayurvedica

Pubblicato il Pubblicato in News

Ayurveda significa “conoscenza della vita”, la parola chiave per mantenere o tornare ad un completo benessere è equilibrio. Il nostro corpo fisico, mentale e, di conseguenza il corpo sottile, saranno in salute quanto più saranno in armonia con tutto ciò che ci circonda.

ayurveda

Vivere in armonia con le stagioni

Vivere in linea con le stagioni è uno dei modi migliori per aiutare a sostenere la salute e il benessere, aiutando a bilanciare il sistema immunitario, i percorsi digestivi e i dosha.

Proprio come ogni persona ha un dosha predominante, anche ogni ora del giorno e ogni stagione è governata da un particolare dosha.

Kapha e la Primavera

La primavera è strettamente legata a Kapha, con le qualità di umidità, pesantezza, abbondanza, ma anche letargia, e correlata agli elementi della terra e dell’acqua. Le allergie possono diventare evidenti in questo periodo dell’anno ed è facile diventare più suscettibili alla formazione di muco nelle vie respiratorie.

Dato che in inverno siamo più predisposti a cercare comfort e calore, nutrendoci di cibi consolatori, potremmo salutare la primavera sentendoci pesanti e pigri.

La Primavera è il periodo dell’anno in cui è necessario alleggerire il corpo, svestendolo dal suo “cappotto invernale”, per consentire nuova crescita e rinnovamento.

 

“Io sono l’Anima nel corpo, la Mente nei sensi, l’Aquila tra gli uccelli, il Leone tra gli animali. Tra tutti gli alberi io sono il sacro albero della Bodhi, e delle stagioni sono la Primavera”.

Tratto dalla Bhagavad Gita; Krishna si rivela con vari attributi.

Scompensi comuni in Primavera

I potenziali segni di “disequilibrio” che arrivano con le belle giornate, includono congestione, perdita di appetito, allergie o letargia; se stai sperimentando uno di questi, una routine ayurvedica primaverile potrebbe essere in grado di aiutarti.

 

Consigli per una routine primaverile quotidiana

  1. Alzati con il sole

Mentre la nuova vita fiorisce intorno a noi, questo è un ottimo momento per uscire e godersi la natura mentre fiorisce. Cerca di svegliarti all’alba e di trascorrere una parte della mattinata (anche solo dieci minuti) camminando all’aperto, respirando l’aria fresca ed esponendo i tuoi occhi alla benefica luce mattutina.

Questo è un ottimo modo per alleviare la sensazione di lentezza, aumentare i livelli di energia e ripristinare l’orologio biologico. Fare un pisolino durante il giorno non è mai raccomandato, ancor più durante la stagione Kapha, in quanto ciò può aumentare la lentezza e impedire una buona notte di sonno.

  1. Udvartana

ayurveda scrub

La pratica dell’udvartana ha lo scopo di rimuovere le cellule morte della pelle e aumentare la circolazione; un ottimo modo per aumentare la tua energia e il flusso sanguigno al mattino.

  1. Massaggio Sarvabhyanga

L’automassaggio e l’uso di oli sono un altro aspetto importante dell’Ayurveda, ma in questo periodo dell’anno, già incline all’untuosità e all’umidità, è importante scegliere saggiamente i propri oli.

Contattami per ricevere consigli sull’automassaggio e conoscere l’olio adatto al tuo dosha.
  1. Aiuto a base di spezie

L’aggiunta di varie spezie ai pasti può essere un modo meraviglioso ed efficace per bilanciare il corpo. Spezie come zenzero, pippali, cumino, coriandolo e finocchio sono utili e possono anche essere trasformate in una tisana. Una tisana particolarmente efficace per alleviare la pesantezza e il gonfiore dopo i pasti è costituito da cannella, pepe nero e zenzero.

  1. Alimenti e sapori

È meglio evitare cibi pesanti e oleosi in questo periodo dell’anno; meglio evitare anche bevande fredde e latticini. Gli alimenti da privilegiare includono sapori amari, pungenti e astringenti, come limone, verdure a foglia verde scure, peperoncino, aglio, legumi, ravanelli e frutti di bosco.

Cibi che aiutino a disintossicare il corpo, stimolare la digestione e il metabolismo e “asciugare” i grassi in eccesso. Il miele può fornire un’azione “riscaldante” nel corpo ed è utile da consumare in questo periodo dell’anno per aumentare Agni, o “fuoco digestivo”. Evitiamo di mettere il miele nelle bevande calde, sappiamo che oltre i 40° C sprigiona tossine.

  1. Bilanciare Kapha con le posture yoga

ayurveda

Riscaldamento, posture energetiche come Navasana, piegamenti all’indietro e Saluti al sole possono aiutare ad alleviare la sensazione di lentezza. Anche le tecniche di Pranayama come Surya Bhedana (respirazione dalla narice destra) sono riscaldanti e stimolanti.

  1. Pulizia, digiuno e panchakarma

La disintossicazione, in inverno, è difficile e poco efficace: il corpo ha bisogno di nutrimento e interiorizzazione durante il periodo Vata invernale, ma quando entriamo nella stagione Kapha, questo è davvero il momento ideale per osservare queste pratiche disintossicanti.

La primavera, secondo l’ayurveda, è il momento ideale per purificarsi.

Panchakarma significa “cinque azioni” ed è il (piuttosto vigoroso) programma di pulizia e purificazione ayurvedica tradizionalmente intrapreso per disintossicare e ringiovanire il corpo.

Le cinque azioni consistono in Vamana, Virechana, NasyaVasti e Raktamoskshana.

 

flowers

 

Mentre passi dall’oscurità dell’inverno alla luce della primavera, onora il tuo corpo e la tua mente nutrendoli bene, respirando completamente e muovendoti in un modo che ti fa sentire bene.
Goditi i nuovi colori e il senso di nuovi inizi e, come sempre, ascolta il tuo corpo… è il tuo miglior insegnante!

 


 

mail

 

Scrivimi su iltempiodimurugan@gmail.com

 

phone

 

oppure Chiamami allo 393 337 8495

 

Alberto Orlandi