I benefici del massaggio padabhyanga

Pubblicato il Pubblicato in News

Ognuno di noi si sente radicato, protetto e appartenente a questa Terra ogni volta che poggia i propri piedi sul suolo. Sono i nostri piedi, infatti, a collegarci alla Terra a cui apparteniamo.

Le pratiche spirituali orientali, soprattutto quelle indiane, ritengono che il nostro corpo e l’anima siano connesse e che questa unione sia rappresentata dai nostri piedi.

 

Perché i piedi hanno così tanta importanza?

Gli antichi saggi sostenevano che la personalità di un individuo è determinabile attraverso l’osservazione dei suoi piedi e alla cura che egli ha per questa particolare parte del corpo.

L’ayurveda, che paragona il corpo umano a un albero rovesciato, paragona Pada (il piede) alla radice di un albero, da cui esso dipende interamente e pertanto ritiene di fondamentale importanza la cura del piede e la manutenzione della sua salute.

In un albero, un ramo malato potrebbe riflettere radici malate; allo stesso modo, nel nostro corpo, qualsiasi problema, malattia o disturbo del nostro piede potrebbe riflettere un problema serio in altre parti del corpo, perché il suo benessere è collegato al nostro benessere generale.

Che cosa è il Padabhyanga?

Padabhyanga è un termine sanscrito costituito da due parole fondamentali: pada significa piede e abhyanga significa massaggio con olii medicati.

Padabhyanga è un concetto che va al di là del massaggio; è una terapia olistica e un approccio religioso verso una efficace guarigione psicosomatica.

Viene praticato con olio caldo erbalizzato e, solitamente, l’operatore decide di farlo a chi non può godere del beneficio del Sarvabhyanga, valutando anche a quanti cicli sottoporre il paziente in base alle necessità.

Il trattamento si pratica seduti su una sedia, con l’operatore seduto per terra.

Gli effetti immediati sono un’immediata necessità di urinare, sudorazione ed espulsione delle tossine.

Un ciclo di Padabhyanga previene la malattia, mantiene e promuove lo stato di salute, rinforza la vista e l’udito, riattiva il flusso sanguigno ed è ideale in caso di crampi; inoltre aiuta a superare la fatica, aiuta il nutrimento del corpo, promuove la longevità e il vigore fisico, riduce lo stress e i dolori, previene e mantiene la buona salute ed induce anche un sonno ristoratore, particolarità, questa, che lo rende un’ottima cura per l’insonnia.

A trarre ottimi vantaggi da questo tipo di trattamento sono le persone che hanno problemi di digestione e cattivo metabolismo, ma anche le donne in dolce attesa (che attraverso esso possono ridurre i fastidiosi effetti degli edemi alle gambe), le donne in menopausa, le persone affette da diabete, quelle che soffrono di artrite e tutte le persone affette da malattie circolatorie che mostrano i sintomi iniziali proprio nei piedi, tanto che i disturbi in questa parte del corpo sono, solitamente, il primo segnale di problemi da non sottovalutare.

 

Quando viene fatto il massaggio ai piedi?

Il massaggio può essere fatto in qualsiasi momento della giornata, anche se è più efficace quando è effettuato alla fine della giornata.

Non si può ricevere il trattamento in caso di ciclo mestruale, febbre, psoriasi ed a meno di sei mesi di distanza da un intervento chirurgico.

Vuoi saperne di più? Contattami al numero 393 337 8495

 

 

Contattami

 

mail

 

scrivici su iltempiodimurugan@gmail.com

 

phone

 

oppure chiamaci allo 393 337 8495

 

 

Alberto Orlandi