Il cibo come medicina

Pubblicato il Pubblicato in News

“Fa’ che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo”, diceva molti anni fa Ippocrate e, ancora oggi non possiamo che dargli ragione, perché sappiamo che gli alimenti possono guarirci.

Viviamo in un’epoca in cui il cibo è protagonista: ne parliamo tanto, lo condividiamo attraverso i social e siamo molto più informati rispetto al passato; tuttavia, attorno al cibo, continua ad esserci molta confusione, fatta di mode del momento o notizie false sulle caratteristiche nutrizionali di determinati alimenti. La verità, come sempre, si trova già dentro di noi: con la comprensione del nostro corpo e della nostra mente possiamo sviluppare la capacità di dare al nostro corpo il giusto nutrimento. In che modo? In Ayurveda il cibo svolge un ruolo importante nella promozione della salute e viene considerato medicina. Ognuno di noi ha una costituzione unica (una prakruti), una combinazione individuale di caratteristiche fisiche, mentali ed emotive, per cui, per quanto riguarda la dieta, lo stile di vita, l’esercizio fisico o l’uso di erbe medicinali, non esiste un approccio unico che sia giusto per tutti.

I cinque elementi – etere o spazio, aria, fuoco, acqua e terra- si manifestano nel nostro corpo come i tre principi governativi o gli umori chiamati dosha: vata, pitta e kapha. Ognuno di noi ha tutti e tre questi dosha a gradi diversi, anche se uno (e talvolta due) tendono ad essere predominanti e gli altri secondari. In equilibrio, i dosha promuovono le normali funzioni del corpo e ci aiutano a mantenerci in salute, viceversa, in disequilibrio, creano disturbi mentali, emotivi e fisici. Una delle chiavi principali per mantenerci in salute e sostenere il processo di guarigione è aiutare il nostro corpo ad eliminare le tossine e ristabilire l’equilibrio costituzionale.

A tal fine, l’Ayurveda sottolinea l’importanza della nutrizione adeguata attraverso scelte alimentari appropriate, combinazioni di alimenti e metodi di cottura da personalizzare in base alla costituzione individuale, ma non solo! La nutrizione ayurvedica tiene conto del valore medicinale delle spezie culinarie, della teoria della shad rasa (i sei gusti che dovrebbero essere presenti in un pasto equilibrato: dolce, salato, aspro o acido, amaro, piccante o pungente e astringente) e altro ancora. Per un’alimentazione ottimale dobbiamo prestare attenzione alla qualità del cibo (meglio quello biologico, fresco e quando possibile localmente coltivato), al suo gusto, all’effetto energetico che ha sui dosha e al suo effetto postdigestivo sui tessuti. È per questo che quando scegliamo gli alimenti è importante comprendere la nostra costituzione originale in modo da mangiare alimenti che hanno le qualità opposte a quelle già predominanti nella nostra costituzione. Sebbene il cibo ayurvedico appartenga tradizionalmente alla cucina indiana, non è affatto limitato ad esso.

Non tutti i cibi indiani sono ayurvedici: ciò che rende l’alimento veramente ayurvedico è il fatto che è selezionato e cucinato secondo le esigenze specifiche dell’individuo o che sia equilibrato per tutti i dosha (tridosha). Molte delle spezie utilizzate nella cottura ayurvedica come la curcuma, lo zenzero, il cumino, il fieno greco, il coriandolo e il cardamomo sono anche erbe medicinali utilizzate nell’erbologia ayurvedica; utilizzare queste spezie nella nostra cucina può migliorare notevolmente la digestione, l’assorbimento e l’assimilazione del cibo, migliorare l’appetito e l’eliminazione, nutrire gli organi interni e prevenire lo squilibrio dei dosha. Un altro aspetto vitale dell’alimentazione ayurvedica riguarda l’adeguata combinazione dei cibi. In Ayurveda non tutti gli alimenti sono compatibili e questo dipende dai gusti, dalle qualità, dalle energie di alcuni di essi e il tempo che impiegano per essere digeriti. Ad esempio: cibi pesanti come grani interi, latticini, carni e amidi non si combinano bene con alimenti leggeri come la frutta, che digeriamo più velocemente.

Nutrirci con un approccio ayurvedico, facendo adeguati cambiamenti nella dieta e nello stile di vita, ci incoraggia ad essere responsabili della nostra salute, perché le scelte alimentari che facciamo quotidianamente possono essere i nostri alleati più forti per ripristinare e mantenere la nostra salute, nonché l’armonia dei dosha che promuove la salute generale.

E tu? Conosci la tua costituzione? Ti nutri in base alle tue esigenze?


 

Per saperne di più contattami al

 

mail

 

scrivici su iltempiodimurugan@gmail.com

 

phone

 

oppure chiamaci allo 393 337 8495

 

 

Alberto Orlandi